Il contributo SISTRI per il 2012 è sospeso

Il D.M. n° 141 del 25 maggio 2012 (pubblicato sulla G.U. n.196 del 23-8-2012) modifica il D.M. del 18 febbraio 2011, n. 52, avente ad oggetto «Regolamento recante istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, ai sensi dell’articolo 189, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche e integrazioni, e dell’articolo 14-bis del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102»;

E’ entrato in vigore il 7 settembre 2012, prevede alcune modifiche operative al D.M. 52/2012 (Testo Unico SISTRI), anche se la firma del Ministro risale al 25 maggio 2012; tale ritardo ha causato un certo allarmismo in relazione all’obbligo di pagamento dei contributi SISTRI 2012  poiché l’Art. 1, comma c) prevede il pagamento entro il 30 novembre 2012.

La data del 30 novembre 2012 è già risalente al Comunicato Stampa del 20 aprile del Ministero dell’Ambiente, nel quale si annunciava che lo stesso stava “procedendo ad una revisione del sistema Sistri in modo da semplificare e rendere più efficienti le procedure” e “nell’ambito di questo lavoro (…) è stato concordato un differimento al 30 novembre 2012 del termine per il pagamento dei contributi per l’anno in corso, che scadeva il 30 aprile prossimo”.

Interviene allora la legge 134/2012 (che ha convertito il Dl 83/2012 del 22 giugno 2012 recante misure urgenti per la crescita del Paese, pubblicato in  Gazzetta Ufficiale  n. 187  del 11 agosto 2012) entrata in vigore il 12 agosto 2012, la quale, in applicazione del principio Lex superior derogat inferiori,  prevale per il principio della gerarchia delle fonti sul D.M. 141 del 25 maggio 2012.

L’art. 52 di detta legge (di seguito riportato integralmente) affida, infatti, ad un altro decreto ministeriale l’entrata in operatività del Sistri, che sino a tale data è sospeso, così come il pagamento dei contributi dovuti per l’anno 2012 (“…è altresì sospeso il pagamento dei contributi dovuti dagli utenti per l’anno 2012”).

Rimangono quindi prive di effetto le modifiche operative introdotte dal D.M. 141/2012 e per il 2012 non dovrà essere versato il previsto contributo annuo per il SISTRI.                                                                                       

a cura di Luca D’Alessandris